Queste specie, dette nemorali (dal latino nemus = bosco), fioriscono all’inizio della primavera, quando la  la luce può ancora filtrare attraverso i rami privi di foglie. Le specie erbacee nemorali rappresentano un importante componente della flora del sottobosco, in grado di arricchire e caratterizzare le formazioni forestali dove crescono. Tra le fioriture più caratteristiche si ricordano quelle di Anemone nemorosa (Anemone dei boschi), Erythronium dens-canis (Dente di cane), Convallaria majalis (Mughetto), Vinca minor (Pervinca minore) e Leucojum vernum (Campanellino di primavera).