A chi non piacciono i fiori?

I fiori possono ispirare nobili sentimenti, portate gioia, far riaffiorare ricordi, emozionare, scatenare allergie… ma la nostra esistenza non dipende direttamente da loro. 

Per moltissimi insetti (e non solo) i fiori rappresentano LA VITA! Sono il supermercato in cui vanno a fare il pieno di nettare. Il nettare è solitamente un liquido dolciastro di cui gli insetti vanno ghiotti ed è la ricompensa per il servizio VITALE che gli insetti fanno alle piante: 

IMPOLLINAZIONE

I fiori hanno colori vistosi, odori intensi, forme particolari con il preciso scopo di attirare “degli ospiti”, una volta posato sul fiore l’insetto lavora e si sforza per prelevare il nettare. Così facendo, si sfrega alle antere (parti del fiore dove si trova polline) e involontariamente si carica di polline. Una volta finito il banchetto l’insetto (con il suo carico di polline) va su un altro fiore (della stessa specie) e mentre fa scorpacciata di nettare deposita (sempre senza volerlo) un po’ di polline su un’altra parte del fiore (lo Stigma) sotto il quale si trovano gli ovuli. Quando ovuli e polline vengono in contatto avviene la fecondazione, il fiore lentamente appassisce e si formano semi. I semi maturi cadono a terra, germinano e crescono come nuove piante che a loro volta fioriranno per la gioia nostra e soprattutto degli insetti. 

 

CORRIERI DI POLLINE, PAGATI A NETTARE.